Management Constellation ovvero come puntare alla soluzione in azienda

In azienda, sul lavoro, in qualunque organizzazione persone, comportamenti e processi sono interrelati, se in un ufficio si litiga e si instaura un conflitto, l’energia vibra e si espande come un gas velenoso invisibile ma potente che non rimane confinato nell’ufficio suddetto.

E non basta incolpare qualcuno o il tempo o il caso della vita o far finta di niente, ma agire sistemicamente considerando la situazione a 360 gradi e oltre secondo la fisica quantistica. Se un reparto di produzione colleziona rallentamenti e scarti, o non comunica efficacemente con l’area commerciale, le variabili da prendere in considerazione sono interconnesse e molto spesso nascoste.

Se l’azienda subisce un’acquisizione da una multinazionale e si creano delle difficoltà interculturali, non curare l’intero processo porta a blocchi relazionali e stagnazione o addirittura sabotaggi reciproci più o meno latenti.

Puntare alla soluzione con lo strumento delle management constellation semplifica il processo di emersione dei nodi cruciali attraverso la messa in scena degli elementi in gioco reciproco. Si chiede cioè alle persone interessate di scrivere, su fogli che vengono disposti nello spazio, i ruoli e le risorse coinvolte (il cervello lavora per immagini e configurazioni) e questa prima azione fa emergere ciò che manca o che appare distonico rispetto all’insieme.

Poi si chiede alle persone di salire fisicamente sui foglietti stesi a terra e di percepire come si sentono in relazione agli altri elementi presenti: questa, apparentemente, semplice azione crea una presa di consapevolezza intuitiva e immediata che dirige l’intera messa in scena verso possibili soluzioni.

Il passaggio successivo è tradurre la configurazione e le soluzioni evidenziate in azioni concrete sul sistema organizzativo e sui ruoli e team coinvolti. L’intelligenza intuitiva in relazione sistemica con gli elementi presi in considerazione e disposti nello spazio dona possibilità e crea percorsi di cambiamento efficaci che l’intelligenza razionale, con i suoi schemi di riferimento rivolti a ciò che ha funzionato in altre situazioni, ma non in quella presa in esame, e l’intelligenza emozionale, con i suoi travestimenti e mascheramenti, non erano riuscite a far emergere.

Descriverle a parole è più difficile che provarle, a presto sessioni di management constellation rivolte a imprenditori, dirigenti e responsabili H.R.

Stay tuned!

Fabiana Boccola

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.